Cos'è la chirurgia robotica? Vantaggi, procedure e candidati

A cura di: Women's Care Florida Staff

I chirurghi utilizzano la chirurgia robotica per assistere con precisione durante l'intervento. Molti considerano questi tipi di interventi chirurgici meno invasivi con incisioni più piccole. Leggi le nostre domande frequenti di seguito per imparare tutto ciò che devi sapere sugli interventi chirurgici assistiti da robot.

Quali sono le differenze tra chirurgia robotica e chirurgia laparoscopica?

Nel tradizionale chirurgia laparoscopica, il chirurgo pone piccole incisioni sulla pancia del paziente. Usando una telecamera e piccoli strumenti, entrano in quelle incisioni per eseguire la procedura mentre il chirurgo manipola gli strumenti al letto del paziente. Inoltre, questi strumenti straight-stick si muovono solo nelle direzioni su o giù.

La chirurgia robotica inizia allo stesso modo. Il chirurgo crea piccole incisioni. Tuttavia, una piattaforma robotica tiene gli strumenti al posto del chirurgo al capezzale. Inoltre, il chirurgo si trova vicino a una console e manipola gli strumenti con i comandi manuali. Gli strumenti si muovono in tutte le direzioni, a differenza della chirurgia laparoscopica. Questo dà al chirurgo un migliore accesso per operare. Pertanto, i chirurghi hanno il vantaggio di eseguire procedure più complesse con maggiore precisione. Infine, la fotocamera ha una visualizzazione tridimensionale. In altre parole, questo consente al chirurgo di vedere più chiaramente.

Il robot o il chirurgo esegue l'intervento?

I pazienti spesso immaginano che il robot agisca indipendentemente dall'intelligenza artificiale o dall'intelligenza artificiale. Questo non potrebbe essere più lontano dalla verità. Il chirurgo controlla ogni singolo movimento dalla console. Pensa alla piattaforma robotica come a un assistente fisso. Tiene gli strumenti e comunica direttamente i movimenti delle mani del chirurgo.

Quali tipi di procedure puoi eseguire roboticamente?

Esistono molti tipi diversi di chirurgia robotica. Si va da semplici isterectomie a interventi chirurgici pelvici più complessi con grave endometriosi. Inoltre, gli ambulatori robotici possono eseguire procedure per i tumori dell'endometrio, del collo dell'utero e dell'ovaio. La chirurgia robotica può aiutare con operazioni di cancro ovarico o endometriale molto complesse che comportano la rimozione di tumori metastatici. In passato, questi interventi chirurgici erano comunemente eseguiti utilizzando un "approccio aperto" o un'incisione molto ampia nella pancia.

Quali sono i vantaggi di avere una procedura robotica rispetto a una procedura aperta tradizionale?

Esistono molti vantaggi comprovati con la chirurgia robotica rispetto alla chirurgia aperta. I pazienti sottoposti a chirurgia mininvasiva sperimenteranno molto meno dolore, minore perdita di sangue, meno tempo di ospedalizzazione e tassi di infezione inferiori. Circa il 90% dei pazienti torna a casa lo stesso giorno delle procedure, comprese le complesse procedure antitumorali. Il movimento verso la dimissione in giornata è aumentato costantemente ed è stato ampiamente studiato nei principali centri chirurgici e oncologici. Si è dimostrato sicuro e molto soddisfacente per i pazienti che possono trascorrere più tempo di recupero con le loro famiglie nel comfort delle loro case rispetto all'ospedale.

Il tempo di recupero dalle procedure robotiche viene in genere dimezzato rispetto agli approcci aperti, il che consente ai pazienti di tornare alle loro normali routine molto prima e allevia l'onere finanziario per i pazienti che devono tornare al lavoro. A lungo termine, vediamo una formazione molto minore di aderenze e tessuto cicatriziale dopo interventi chirurgici minimamente invasivi rispetto alle procedure aperte.

Chi sono i candidati per la chirurgia robotica e quali sono alcune domande importanti da porre al medico?

Qualsiasi paziente che stia valutando un intervento ginecologico dovrebbe avere una consultazione con il loro chirurgo di fiducia per discutere le possibili opzioni per l'esecuzione dell'intervento. È importante che i pazienti abbiano una conversazione dettagliata con il loro fornitore sull'adeguatezza di una procedura robotica nelle loro condizioni. Ad esempio, ci sono molte donne a cui può essere detto che non sono candidate alla chirurgia robotica a causa della storia di più interventi chirurgici precedenti, quando in realtà potrebbero essere in grado di avere un intervento chirurgico minimamente invasivo in modo molto sicuro. È importante chiedere informazioni sull'esperienza del proprio medico con approcci minimamente invasivi e chiedere cosa aspettarsi dopo l'intervento, in particolare per quanto riguarda le restrizioni e i tempi di ritorno al lavoro. Queste domande aiuteranno a preparare i pazienti per il periodo di recupero.

Lascia un Commento

[Disabilitato]
[Disabilitato]